In Senza categoria

Intervenendo nella seduta odierna del Comitato per la Legislazione della Camera il Presidente Stefano Ceccanti, (deputato Pd,) ha dichiarato:

“Dal 23 febbraio 2020, data di emanazione del primo decreto-legge di contrasto dell’epidemia, ad oggi, se si tolgono le leggi di conversione di decreti-legge, le leggi di autorizzazione alla ratifica e le leggi connesse al ciclo di bilancio (rendiconto, assestamento, bilancio) il Parlamento ha approvato solo sei leggi
Pur prendendo atto dello stato di necessità in cui il Governo ha operato a fronte della pandemia, occorra ora trovare anche per questo aspetto un ‘vaccino’. un disarmo bilaterale fondato, da un lato, sul minore ricorso del Governo allo strumento del decreto-legge e, dall’altro lato, sull’introduzione di nuovi strumenti per garantire tempi certi di esame per i progetti di legge.”

“In tal senso – ha proseguito Ceccanti – potrebbe essere sfruttato il processo in corso di riforma del regolamento della Camera e molteplici sono gli strumenti ipotizzabili: segnalo ad esempio un rafforzamento della procedura d’urgenza o, in alternativa, un’estensione ad altri provvedimenti di quanto già previsto per i progetti di legge collegati alla manovra di finanza pubblica (che contempla la possibilità di fissare la data di deliberazione da parte dell’Assemblea) o, infine, l’introduzione anche alla Camera di quanto già previsto dal regolamento del Senato che prevede che la Conferenza dei capigruppo in sede di predisposizione del calendario fissi anche la data in cui i progetti di legge devono essere posti in votazione.”

Qui il testo integrale
https://bit.ly/39PM5Hp

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt