In Senza categoria

Roma, 25 febbraio
Siamo qui per capire non solo cosa ci dice il testo della Costituzione perché il testo preso da solo ci parla fino ad un certo punto.
Siamo qui, in questa sala della Regina, anzitutto per capire il pre-testo, quello che c’era prima della Costituzione.
E prima c’era il Re che passava di qui per andare in Aula a leggere il programma del suo Governo, mentre i deputati eletti solo da una parte della popolazione maschile potevano incidere fino ad un certo punto su di essi. Oggi i Re siamo noi perché il Governo deriva in larga parte dalle nostre scelte elettorali, sia pure attraverso mediazioni successive. Ma quali Re siamo noi? Forse che noi, per il fatto che esprimiamo un voto siamo infallibili?
E qui, in questa stanza, troviamo un’altra risposta. Troviamo la targa che ricorda le leggi razziali. So bene che furono prodotte da un regime anti-democratico, ma nulla ci garantisce che aberrazioni del genere possano essere prodotte anche attraverso il voto. Non a caso l’articolo 1 della Costituzione che ci vuole RE, perché afferma che la sovranità appartiene al popolo, circonda questi Re di forme e di limiti, a partire dalla Corte Costituzionale che può affermare la superiorità del testo anche annullando il voto del Parlamento e dall’Unione europea.
E questo è appunto il contesto: grazie alla nostra Costituzione, all’articolo 11 che prevede limitazioni di sovranità, è cresciuto un con-testo europeo che affida a decisioni comuni larga parte del nostro destino, molto di più di quanto non dica il testo. A fine maggio eleggiamo una quota significativa di parlamentari europei e in quest’Aula viene spesso il Presidente del Consiglio a ricevere un mandato prima dei Consigli europei. Le decisioni comuni non sono neanch0esse infallibili, ma senza decisioni comuni, se ognuno scegliesse separatamente per sé, ci sarebbe ben poca efficacia sui processi reali. Per questo non dobbiamo cedere alle sterili retoriche nazionaliste.
Ptre-testo, testo e contesti ci aiutano a capire quanto la Costituzione di un paese membro dell’Unione europea sia per noi oggi una grande risosrsa.

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt