In Senza categoria

Lezione XIX 15.04.24

Riepilogo programma secondo esonero, schema provvisorio lezioni e contenuto della lezione

Programma del Secondo esonero frequentanti: Manuale Frosini capp. III, VI, VII, VIII, XI ossia Famiglie giuridiche, Parlamenti, Capi di Stato, Diritti e libertà, Giustizia costituzionale

 

  1. 15 aprile I Parlamenti (Frosini Cap. VI)
  2. 16 aprile seguito de I Parlamenti
  3. 17 aprile Le Corti costituzionali (Frosini Cap. XI)
  4. 22 aprile seguito sulle Corti costituzionali (idem)
  5. 23 aprileconclusioni sulle Corti costituzionali col professor Pasquale Pasquino, New York University
  6. 24 aprile incontro 50 anni dopo il 25 aprile portoghese: la caduta dei regimi autoritari iberici col prof. Josep Maria Carbonell, Fondazione Ramon Lllul, Barcellona
  7. 29 aprile Famiglie giuridiche col dott. Bonini (Cap. III Frosini)
  8. 30 aprile seguito sulle famiglie giuridiche (idem)
  9. 6 maggio Diritti e libertà col prof. Curreri (Cap. VIII Frosini)
  10. 7 maggio Seguito su diritti e libertà (idem)
  11. 8 maggio I Capi di Stato (Frosini Cap. VII)
  12. 9 maggio ore 15 Convegno Aldo Moro
  13. 13 maggio seguito sui Capi di Stato
  14. 14 maggio lezione jolly
  15. 15 maggio lezione di ripasso
  16. 20 maggio lezione di ripasso
  17. 21 maggio lezione di ripasso
  18. 27 maggio secondo esonero frequentanti con altre 15 domande

 

 

La nascita dei Parlamenti moderni

PARLAMENTO = ORGANO RAPPRESENTATIVO 

ORIGINE STORICA PARLAMENTO: IN INGHILTERRA epoca feudale

il monarca costretto a riunire massimi esponenti nobiltà clero e comunità libere per ottenere consenso all’imposizione di nuovi tributi. progressivamente lotta re vs organo parlamentare = 2 rivoluzioni XVII secolo e sconfitta STUART = parlamento si afferma come organo permanente garantito dalla previsione di un termine finale alla sua durata, comunque, se re dichiara scioglimento obbligato a indire nuove elezioni entro un termine.

Durante lo Stato assoluto la concentrazione del potere nelle mani del Sovrano è diminuita a favore delle classi sociali dominanti: non potendo detenere tutto il potere, convocava periodicamente l’assemblea rappresentativa “a parlamento”.

Il passaggio da forme embrionali a forme moderne di parlamento si ha nel momento in cui si affermano tre caratteristiche.

  1. Stabilità, durata fissa e potere di autoconvocazione (posizione di parità rispetto al re)
  2. riconoscimento di alcune guarentigie ai propri membri
  3. struttura stabile e un apparato burocratico

I Parlamenti hanno storicamente una struttura bicamerale: per garantire la rappresentanza separata delle classi sociali e inizialmente la Camera alta era preponderante nelle decisioni principali.

Le ragioni a favore e le ragioni contrarie alle scelte bicamerali/monocamerali

La composizione del Parlamento

Il Parlamento è un organo costituzionale complesso. Non solo poiché formato da due rami, ma anche perché all’interno di ciascuna camera ci sono soggetti istituzionali che operano anche in autonomia parziale rispetto al plenum dell’assemblea.

Lo status giuridico dei parlamentari: indica una serie di situazioni giuridiche soggettive cui sono sottoposti direttamente dalla Costituzione.

  • indennità
  • immunità.

Gli organi interni del Parlamento

Ognuna delle due Camere è la sede all’interno di cui trova spazio la sovranità del popolo, e dunque gode di autodichìa e autonomia organizzativa (art. 64).

Le funzioni del Parlamento

  • funzione legislativa: funzione cardine dei parlamenti con cui si approvano le leggi
  • funzione di controllo: riguarda il potere del Parlamento di controllare l’operato del governo
  • funzione elettorale: il compito di “eleggere” un governo ma si tratta di una funzione riscontrabile esclusivamente nelle forme di governo di tipo parlamentare o semipresidenziale, dove cioè è configurabile un rapporto di fiducia.

 

 

 

 

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt