In Diario

a cura della dott. ssa Maria Rosaria Siciliano Iengo

La legge degli apparentamenti

Legge n°51-519 del 9 maggio 1951 modificante la legge n°46-2151 del 5 ottobre 1946 relativa all’elezione dei membri dell’Assemblea Nazionale.
L’Assemblea Nazionale e il Consiglio della Repubblica hanno deliberato.
L’Assemblea Nazionale ha adottato,
Il Presidente della Repubblica promulga la legge di cui il tenore segue:
Art.1, – Gli articoli 1, 2, 3, 5, 6, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 27, 28 e 30 della legge n°46-2151 del 5 ottobre 1946 relativa alle elezioni dei membri dell’Assemblea Nazionale sono modificati nel modo seguente:
<<Art.1. – I deputati della Francia metropolitana all’Assemblea Nazionale sono eletti a scrutino di lista dipartimentale maggioritario a turno unico con apparentamenti di liste, panachage e voto preferenziale, conformemente alle disposizioni della presente legge.

<<Art.2 . – L’elezioni dei deputati, nei dipartimenti della Guadeloupe, della Martinique e della Réunion, hanno luogo secondo la rappresentazione proporzionale seguendo la regola dei resti più alti.
<< Il dipartimento della Guyane forma una circoscrizione eleggendo un deputato. L’elezione ha luogo a scrutino uninominale a turno unico.
<<Art.3. – Il voto ha luogo per circoscrizione. Ogni dipartimento forma una circoscrizione, ad eccezione dei dipartimenti della Bouches-du-Rhone, del Nord, del Pas-de-Calais, del Rhone, della Seine, del Seine-et-Oise, della Seine-inférieure e della Gironde, che sono divisi in più circoscrizioni seguendo la tabella n°1 annessa alla presente legge.
Tavola annessa n°1
(annessa all’art.3 della legge del 5 ottobre 1946)
Divisione in circoscrizioni elettorali dei dipartimenti della Bouches-du-Rhone, del Nord, del Pas-de-Calais, del Rhone, della Seine, del Seine-et-Oise, della Seine-inférieure e della Gironde.
<<Art.5. – I candidati o le candidate di una lista in una circoscrizione elettorale sono tenuti a fare una dichiarazione comprendente la loro firma doverosamente legalizzata.
<< Le dichiarazioni dei candidati devono indicare:
<<1° il titolo della lista presentata;
<<2° il nome, cognome, data e luogo di nascita e l’ordine di presentazione dei candidati.
<< Le dichiarazioni devono essere deposte in doppia copia alla prefettura del dipartimento, almeno 21 giorni prima l’apertura dello scrutino.
<< Una copia resta alla prefettura, l’altra è immediatamente recapitata al Ministero dell’Interno. È data al depositante una ricevuta provvisoria della dichiarazione; la ricezione definitiva è inviata nei 3 giorni successivi dal depositario alla prefettura, se la lista depositata è conforme alle prescrizioni di legge in vigore.
<< I rappresentati dei dipartimenti d’Autre-mer presenti a Parigi potranno depositare le loro dichiarazioni di candidatura al Ministro dell’Interno almeno 22 giorni prima l’apertura dello scrutino.
<<Art.6. – Più liste non possono avere, nella stessa circoscrizione, lo stesso titolo, né essere collegate allo stesso partito o alla stessa organizzazione.
<< Ogni lista, stabilita in applicazione dei precedenti articoli, deve comprendere un numero di candidati uguali al numero dei seggi attribuiti alla circoscrizione corrispondente, conformemente alla tabella n°2 attaccata alla presente legge.
<< Nessun ritiro di candidatura sarà ammesso dopo il deposito della lista.
<< L’apparentamento sarà possibile nel quadro della circoscrizione solo tra le liste dei partiti o gruppi nazionali o tra le liste composte unicamente di candidati che appartengono a partiti diversi o gruppi nazionali. L’apparentamento realizzato fra due o più liste può essere inteso solo con il consenso di tutti i candidati già precedentemente apparentati.
<< É considerato come nazionale tutto il partito o gruppo che presentano uno o più candidanti nei trenta dipartimenti o almeno sotto la stessa etichetta.
<< Questa condizione deve realizzarsi attraverso dichiarazioni dei candidati depositate al Ministero dell’Interno almeno 8 giorni prima l’apertura della campagna elettorale.
<< Le dichiarazioni dell’apparentamento tra le liste di circoscrizioni devono essere depositate alla prefettura del dipartimento almeno 3 giorni prima l’apertura della campagna elettorale.
<< Quindici giorni prima l’apertura dello scrutino, il Ministero dell’Interno è tenuto a fare pubblicare tramite un intermediario delle prefetture la lista dei partiti o gruppi nazionali.
<< Gli apparentamenti saranno, a pena di nullità, resi pubblici nelle condizioni previste dall’art.28 della presente legge. La dichiarazione di rottura di un apparentamento emanata da una lista deve comportare la firma di tutti i candidati di quella lista.
<< In caso di apparentamenti successivi, sono validi solo se gli apparentamenti precedenti sono stati regolarmente rotti o modificati nelle condizioni qui sotto precisate.
<< In caso di recesso di uno dei candidati nel corso della campagna elettorale, i candidati che hanno presentato la lista avranno la facoltà di rimpiazzarlo con un nuovo candidato se gli conviene.
<< Nessuno può essere candidato su più di una lista nella stessa circoscrizione.
<< Nessuno può essere candidato in più di una circoscrizione. La legge del 17 Luglio 1889 sulle candidature multiple è applicata alle elezioni all’Assemblea Nazionale.
<< Se un candidato fa, contrariamente alle prescrizioni del presente articolo, l’atto di candidatura su più: liste o in più circoscrizioni, non può essere validamente proclamato eletto in alcuna circoscrizione.
<< Tutte le liste costituite in violazione del presente articolo sono interdette. Non possono essere registrate. I voti dati ai candidati a una di queste liste saranno considerati come nulli.
<< In caso di contestazione al soggetto della registrazione di una lista o di una dichiarazione d’apparentamento, i candidati di questa lista possono presentarsi davanti al Consiglio di Prefettura interdipartimentale. Questo tribunale deve prendere nei successivi 3 giorni la decisione che sarà senza appello.
<<Art.12. – (Tabella allegata all’art.12 della legge del 5 Ottobre 1946):
Numero dei seggi attribuiti dalla circoscrizione elettorale della Francia metropolitana e i dipartimenti della Guadeloupe, della Martinique, e della Réunion.
Circoscrizione numero dei seggi
Gironde (1° circoscrizione) 6
Gironde (2° circoscrizione) 4
<<Art.13. – È eletta la lista che ha ottenuto la maggioranza assoluta.
<< Se nessuna lista isolata riempie questa condizione e se un gruppo di liste apparentate accumula più del 50% dei voti espressi, tutti i seggi gli sono attribuiti e divisi tra le liste apparentate seguendo la regola della maggioranza più forte.
<< Nel caso in cui nessuna lista né alcun gruppo di liste riempia le condizioni qui dette, i seggi saranno ripartiti mediante la rappresentazione proporzionale secondo la regola della maggioranza più forte, le liste apparentate essendo considerate come una lista unica per l’attribuzione dei seggi, la ripartizione tra loro stesse si compie secondo la regola della maggioranza più forte.
<< Nessun seggio sarà attribuito alle liste che avranno ottenuto meno del 50% dei voti espressi.
<< art.14. – gli elettori possono utilizzare ciascuna delle schede di voto stampate e con la diligenza dei candidati devono scrivere loro stessi la loro scheda. Sono nulle tutte le schede stampate diverse da quelle che sono state stampate dai candidati o facendo parte di un falso apparentamento.
<<Art.15. – La lista è stabilita dapprima un ordine di preferenza, ma l’elettore ha la possibilità di segnare con una croce, a titolo preferenziale, il nome di uno o di più candidati della lista, la croce può essere piazzata sulla stessa linea del nome, prima o dopo di questo. Questo segno interessa solamente la classificazione dei candidati sulla lista.
<< Se più croci sono piazzate prima o dopo lo stesso nome, conta solamente per un unico segno preferenziale.
<< Se la scheda è disgiunta, sono valide solamente le croci piazzate prima o dopo i nomi dei candidati della lista.
<<Art.16. – L’ufficio di una sezione di voto, dopo aver sommato i voti di lista raccolti per ogni lista, indica distintamente il numero delle schede di voto che non portano nessuna modifica e il numero di quelli che presentano una modifica autorizzata.
<< Nel caso in cui il numero delle schede di voto modificate, sia per segno preferenziale, sia per panachage, è inferiore alla metà del totale dei voti di lista raccolti da una lista, la commissione di censimento di circoscrizione stabilisce una classificazione dei candidati conforme all’ordine di presentazione e attribuisce, secondo quest’ordine, i seggi conferiti, in applicazione dell’articolo.
<< Nel caso contrario, la commissione procede nella maniera seguente:
<< I seggi sono attribuiti ai candidati di ciascuna lista dapprima secondo l’ordine di preferenza stabilito addizionando i voti e i segni preferenziali ottenuti da ciascuno di loro, conformemente all’art.15.
<< Se il totale dei voti e dei segni è lo stesso per 2 candidati, colui che ha ottenuto il maggiore numero di voti è eletto. In caso di equità di voti e di segni preferenziali, è eletto il più anziano.
<<art.17. – Al fine di prevenire alle vacanze isolate che si produranno per qualche causa qualunque essa sia, si procederà a delle elezioni parziali a scrutino maggioritario a doppio turno con un ritardo di 2 mesi.
<<art.18. – In caso di annullamento globale delle operazioni elettorali o di più vacanze simultanee, si procede a delle elezioni parziali nelle stesse condizioni di quelle previste all’articolo 13 della presente legge e nel ritardo previsto all’articolo 17.
<< Sono considerate come vacanze simultanee quelle che si producono prima della pubblicazione del decreto di convocazioni degli elettori.
<<Art.27.:
<<D’indirizzare in ogni comune, sette giorni massimo prima dello scrutinio,gli affissi formato colombier 0,63×0,90 previsto dall’art. 25. Il sindaco dovrà immediatamente accusarne la recezione e fare procedere all’esposizione.
<<Art. 28. – Le circolari, affissi e schede di voto stampate dovranno menzionare gli apparentamenti conclusi da ciascuna delle liste interessate.
<<Il prefetto dovrà far conoscere, in un affisso ufficiale cosi che nell’ultimo invio agli elettori, la lista degli apparentamenti che, a partire da questa data, non potranno più essere rotti.
<< Le schede di voto non menzioneranno l’apparentamento di lista ne possono essere accettati dalla Prefettura per essere inviati agli elettori.
<< Art. 30. – Lo stato prende a suo carico il costo del foglio attribuito ai candidati, delle buste, dell’impressione degli affissi, schede di voto e circolari viste all’ art. 25, così che dei costi effettuati per l’invio di queste schede e circolari.
<< Le frasi degli affissi sono rimborsati ai candidati seguendo una tabella stabilita dal decreto dove è tenuto conto, specialmente, del numero delle ubicazioni dell’esposizione nella circoscrizione.
<<L e spese della benzina sono rimborsate ai candidati seguendo una tablella stabilita dal decreto dove è tenuto conto, specialmente, l’espansione della circoscrizione.
<>
Art. 2. – Sono aggiunti alla legge n° 46-2151 del 5 Ottobre 1946 gli articoli addizionali seguenti:
<< art. 1 bis. – Ad eccezione delle disposizioni precedenti, le elezioni dei deputati nelle sei circoscrizioni del dipartimenti della Senna e le due circoscrizioni della Seine-et-Oise indicate alla tabella n° 1 annessa alla presente legge hanno luovo mediante la rappresentazione proporzionale, seguendo la regola dei resti piùù alti con panachage e voto preferenziale, secondo gli articoli 15 e 16 della presente legge.
<<Art. 5 bis. – Nessuno può essere candidato se non è cittadino, comunitario o amministrato francese, se ha subito una delle condanne previste dal decreto organico del 2 Febbraio 1852, tranne se ha beneficiato della legge del rinvio.
<< Art. 10 bis. – Tutti i candidati o il suo rappresente doverosamente designato avrà il diritto di controllare tutte le operazioni di voto, dello spoglio delle schede e del conteggio dei voti, in tutti i luoghi dove si effettueranno queste operazioni, e anche di esigere l’iscrizione al processo verbale di tutte le osservazioni, proteste o contestazioni sulle dette operazioni sia prima della proclamazione dello scrutino, sia dopo.
<< Le modalità di applicazione del presente articolo saranno determinate da un decreto in forma di regolamente amministrativo pubblico.
<< Il presente articolo è applicabile a tutte le elezioni a suffragio universale e diretto.
<< Art. 10 ter. – Sono applicabili alle elezioni dei membri dell’Assemblea Nazionale in Algeria le disposizioni seguenti:
<< Gli assessori sono designati dai candidati o i mandatari delle liste in presenza, conformemente alle disposizioni che seguono:
<<Quando, al più, tre candidati o tre liste sono in presenza, chiascuno di candidati o ciascuno di mandatari di liste designa due assessori presi tra gli elettori del comunità che sanno leggere e scrivere.
<< Nel caso dove il numero dei candidati o delle liste presenti è superiore a tre, ciascuno dei candidati o ciascuno dei mandatari di liste designa un assessore, preso tra gli elettori della comunità che sanno leggere e scrivere.
<< Se l’insieme dei candidati o dei mandatari delle liste omette o si astiene a designare gli assessori o ancora nel caso del candidato o della lista unica, i due più anziani e i due più giovani degli elettori iscritti, presenti all’apertura degli scrutini e sanno legge e scrivere, rimpiazzano le funzioni degli assessori.
<< Per essere accolti, gli assessori sono tenuti a presentare al presidente del seggio, all’apertura dello scrutino, un numero di schede del candidato o della lista i quali rappresentano almeno uguale al numero degli elettori iscritti all’ufficio interessato, inoltre un mandato portante la firma legalizzata del candidato o di un mandatario della lista in questione e di fare la prova che figurano sulla lista elettorale della commune.
<< Art. 10 quater. – L’ordinanza n° 45-1810 del 14 Agosto 1945 modificante il decreto del 2 Febbraio 1852 è abrogata.
<< Art. 15 bis. – I suffragi espressi, i voti e i segni preferenziali ottenuti da ciascun candidato sono sommati separatamente.
<< Il numero dei suffragi di lista è ottenuto dividendo il totale dei voti raccolti dai candidati di lista per il numero dei seggi a potere.
<>
Art. 3 – L’articolo 9 della legge n° 46-2151 del 5 Ottobre 1946 è abrogata.
Art. 4. – L’iscrizione alle liste elettorali è obbligatoria. Un ritardo sarà fissato dal decreto per permettere agli elettori di regolarizzare la loro situazione.
Art. 5. – A titolo eccezionale, le disposizioni dell’ordinanza n° 45-1810 del 14 Agosto 1945 modificanti il decreto del 2 Febbraio 1852 sono applicabili alle elezioni del 1951, con la modifica seguente:
Il primo capoverso dell’articolo 16 del decreto organico del 2 Febbraio 1852, modificato dall’ordinanza n° 45-1810 del 14 Agosto 1945, e l’articolo 13 della legge n° 46-1186 del 24 Maggio 1946, è modificata come segue:
<>
Art. 6. – Tutti i beneficiari di una decisione di revisione intervenuta nelle condizioni previste dall’articolo 9 dell’ordinanza del 15 Settembre 1944 relativa al ristabilimento della legalità repubblicana nei dipartimenti del Bas-Rhin, del Haut-Rhin e della Moselle potranno reclamare le loro iscrizioni sulle liste elettorali della commune dove è abilitato a esercitare i suoi diritti civici, seguendo la procedura prevista al titolo II della legge del 28 Agosto 1946.
Art. 7. – Il beneficio della legge n° 46-668 del 12 Aprile 1946 istituente una procedura eccezionale di voto mediante delega in favore di certe categorie di elettori è valido per i militari che combattono in Indocina e in Corea.
Art. 8. – A titolo eccezionale, nessuna delle disposizioni della presente legge è applicabile ai territori d’Autre-mer di cui le elezioni sono rette da una legge speciale.
Art. 9. – Dei decreti presi nel Consiglio dei ministri regoleranno le condizioni d’applicazione della presente legge.
La presente legge sarà eseguita come legge dello Stato.
Fatta a Parigi, il 9 Maggio 1951.
Dal Presidente della Repubblica: VINCENT AURIOL.
Il Presidente del consiglio dei ministri, ministero dell’interno, HENRIE QUEUILLE.
Il guardiano dei sigilli, ministro della Giustizia, RENÉ MAYER.

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt