In Senza categoria

Il fine non giustifica i mezzi, nemmeno un fine religioso o sedicente tale o nascostamente tale. Quando vedo la proposta di obbligo indiscriminato per legge del crocifisso nelle sedi pubbliche (ma proprio Colui che fu crocifisso aveva spiegato la differenza tra spazio di Cesare e spazio di Dio), palesemente incostituzionale in un contesto in cui non esiste una religione di Stato ma solo un Stato che deve essere aperto alle diverse opzioni dei cittadini e alle libere scelte della comunità, mi viene in mente un altro aneddoto di Francesco Cossiga, nel novantesimo della nascita. Cossiga mi citò l’esistenza di una lettera di San Tommaso Moro a un corteggiatore luterano della figlia che gli voleva far impiccare alcuni eretici nonostante che la legge non lo prevedesse. “Tu vuoi fare un buco nella rete del diritto per andare di là a prendere il diavolo, ma se attraverso il buco che fai nella rete del diritto fosse invece il diavolo ad uscir fuori e a prendere te? Mai fare buchi nella rete del diritto!”

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt