In Senza categoria

Proposta di legge costituzionale 2422

Presentata il 4 marzo 2020

Cofirmatari: Emanuele Fiano, Michele Bordo, Vincenza Bruno Bossio, Laura Cantini, Lucia Ciampi, Francesco Critelli, Rosa Maria Di Giorgi, Stefano Fassina, Gian Mario Fragomeli, Davide Gariglio, Romina Mura, Pietro Navarra, Stefania Pezzopane, Fausto Raciti, Andrea Romano, Andrea Rossi, Raffaele Topo, Antonio Viscomi

(il testo è stato altresì presentato al Senato dai colleghi Dario Parrini e Roberta Pinotti)

https://www.camera.it/leg18/126?tab=&leg=18&idDocumento=2422&sede=&tipo=

(link a sito Camera)

Onorevoli Colleghi! Le vicende di queste settimane hanno riproposto, come in molti altri casi dal 2001, l’attualità di completare il Titolo V con una clausola di supremazia a favore dello Stato centrale, tipica di tutti gli Stati non solo regionali ma anche federali, che renda ragionevolmente flessibili gli elenchi di materie di cui all’articolo 117 della Costituzione. La giurisprudenza costituzionale ha, com’è noto, cercato di rimediare a questa lacuna, che però deve essere sanata per la via principale della revisione costituzionale.
Per evitare che l’introduzione della clausola determini una curvatura centralistica del sistema, è opportuno bilanciarne l’istituzione con la costituzionalizzazione del sistema delle conferenze e con il vincolo di un parere preventivo necessario della Conferenza Stato-Regioni quando il Governo intenda far valere la clausola di supremazia.
Per le ragioni anzidette si auspica un esame sollecito del presente progetto di legge.

Articolo 1
Dopo l’articolo 116 della Costituzione è inserito il seguente:
Articolo 116-bis
La legge istituisce la Conferenza permanente tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano e la Conferenza tra lo Stato, le città e le autonomie locali per realizzare la leale collaborazione e promuovere accordi e intese. Le conferenze si riuniscono in sede unificata qualora siano chiamate a esprimersi su un medesimo oggetto.

Articolo 2
Nell’articolo 117 della Costituzione è aggiunto, in fine, il seguente comma:
“Su proposta del Governo e previo parere della Conferenza permanente tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, la legge dello Stato può intervenire in materie non riservate alla legislazione esclusiva quando lo richieda la tutela dell’unità giuridica o economica della Repubblica, ovvero la tutela dell’interesse nazionale.”

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt