In Senza categoria


una mia intervista sugli scenari costituzionali sul Quirinale anche in vista del convegno di lunedì alla Sapienza
https://www.youtube.com/watch?v=Vx4YS4HdFgQ


Trovate al seguente link l’importantissimo decreto Pnrr nella versione che arriva in Aula dopo l’esame della Commissione Bilancio
https://bit.ly/33qE9fu

il dossier Parlamento che consentirà di leggerlo in maniera più chiara sarà disponibile domani
Devo però intanto registrare con grande soddisfazione per la correttezza e l’equilibrio dei rapporti Parlamento-Governo che le richieste esigenti dei pareri del Comitato per la Legislazione e della Commissione Affari Costituzionali espressi all’unanimità hanno avuto esito positivo. Lo potete vedere nell’articolo 9 commi 6 (pag. 135) e 12 (pag. 138). I decreti del Mef dovranno passare attraverso il parere del Parlamento, che invece prima non era previsto. Si è quindi ripetuto il precedente positivo del decreto rilancio sotto il Governo Conte 2 col Ministro Gualtieri: anche lì il testo originario saltava il Parlamento, ma poi il parere fu recuperato con analogo emendamento. Per chi vuole andare a vedere a ritroso si trattava degli emendamenti bipartisan 9.11 e 9.12 che sono stati riformulati con una norma di chiusura. Ringrazio quindi, come relatore in Commissione Affari Costituzionali, il relatore dal Moro, il Presidente Melilli, tutti i parlamentari che hanno dato una mano in Commissione e il Governo che ha accettato le modifiche. Anche stavolta questo risultato non sarebbe stato possibile senza la collaborazione trasversale in Comitato e in Commissione.
Non si dica quindi sempre e comunque che il Parlamento non funziona, che non c’è mai dialogo, che il Governo fa tutto senza ascoltare, ecc.

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt