In Diario

Enrico Letta non voterà l’Italicum. Chissà perchè. L’impianto della proposta riprende l’indicazione avanzata in commissione Bozzi, con la consueta lucidità, da Nino Andreatta nella seduta del 3 febbraio 1984, in cui il professore e deputato trentino aveva sostenuto «l’opportunità che la designazione del presidente del consiglio avvenga contestualmente con l’elezione delle camere, attraverso due tornate di votazioni, l’ultima delle quali dovrebbe consistere in un ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti».

Recent Posts

Leave a Comment

Contatti

Scrivi una mail a stefano

Not readable? Change text. captcha txt